27 Set 2021 - 03:32   
Il Portiere.it
Menù Principale
· Home Page
· Entra nel sito

· FAQ
· Lista utenti registrati
· Ultime Notizie
· Segnalaci ad un amico
· Reviews
· Ricerche
· Sezioni
· Statistiche di accesso
· Proponici un' articolo
· Argomenti trattati
· Top List
· Web Links
· Foto Gallery 1° Stage
· Foto Gallery 2° Stage
· Foto Gallery 3° Stage
· Foto Gallery 4° Stage
· Stage Lucera
· Foto Gallery Berretti
· Foto Gallery Allievi
· Foto Gallery GIovanissimi
· The Black Legend

Chi c'è on line
Ci sono 10 visitatori e 0 utenti onLine

Sei anonimo. Puoi registrarti GRATIS cliccando QUI


  LA DESTREZZA
Scritto da: Admin su Mercoledì, 14 Dicembre 2005 - 13:48
 
 
Tecniche di parata Il portiere, per poter bloccare il pallone con le mani, utilizza il gesto tecnico della “presa” che, come analizzato nell’articolo “La Presa”, per una corretta esecuzione necessita di una buona coordinazione oculo-manuale nonché della capacità di...



Scritto da SAVINO FREDA allenatore Portieri S. S. MANFREDONIA CALCIO sett. Giovanile



Il portiere, per poter bloccare il pallone con le mani, utilizza il gesto tecnico della “presa” che, come analizzato nell’articolo “La Presa”, per una corretta esecuzione necessita di una buona coordinazione oculo-manuale nonché della capacità di differenziazione muscolare degli arti superiori, delle mani e delle dita.

Quando il pallone sul quale intervenire è calciato da lontano (15 metri circa), l’intervento che il portiere deve compiere (la parata in presa) è facilmente riconoscibile e relativamente facile da realizzare; questo perché la distanza del pallone rispetto alla porta è tale da non richiedere un’elevata coordinazione spazio-tempo necessaria per impattare correttamente col pallone.

Quando la distanza da cui è calciato il pallone diminuisce (sotto i 15 metri), per raggiungere lo scopo (bloccaggio del pallone), il portiere deve essere maggiormente pronto nell’operare e ciò deve avvenire con rapidità e precisione del gesto tecnico.

In definitiva minore sarà lo spazio e il tempo entro il quale deve compiere l’azione motoria scelta, maggiore la rapidità e la precisione che il suo corpo e principalmente le mani e i piedi devono avere. Tutto questo è inteso con la definizione “destrezza” quando questa è utilizzata per definire una capacità attribuita al portiere.

In definitiva essere dotati di tale capacità permette all’estremo difensore di avere sempre il dominio del pallone, di non essere goffo e risultare puntuale ed efficace a prescindere dalla distanza di provenienza della palla e dal tempo a disposizione per compiere l’intervento.



savino.freda@ilportiere.it

 
 
  Link Correlati

· per saperne Di più su Tecniche di parata
· News da Admin


Articolo più letto su Tecniche di parata:
La destrezza e la capacità di reazione, perché allenarle

 

LA DESTREZZA | Login/crea un Account | 0 Commenti
Soglia
I commenti sono proprietà dei legittimi autori, che ne sono anche responsabili.
Le tecniche di gioco del ruolo del portiere nel gioco del calcio   


Web site powered by PostNuke ADODB database libraryPHP Live!, brought to you by LivePeople.infoPHP Scripting Language

All logos and trademarks in this site are property of their respective owner. The comments are property of their posters, all the rest © 2002 by me
This web site was made with PostNuke, a web portal system written in PHP. PostNuke is Free Software released under the GNU/GPL license.
You can syndicate our news using the file backend.php